.
Annunci online

L_Antonio
Odio gli indifferenti


Gli Ultimi


23 marzo 2010

L_Emma

 

Lo dice bene Claudio Sardo sul Messaggero: “i temi eticamente sensibili non sono il solo metro di misura elettorale che la Chiesa offre ai fedeli”. Anzi. Nella prolusione di Bagnasco si accenna al “senso del pubblico”, alla capacità di spezzare le contiguità affaristiche, all’immigrazione e alla necessità di pensarla in termini di “uguaglianza”, alla crisi economica e alla difesa dell’occupazione.

I “valori non negoziabili” di cui tutti i giornali parlano, sono dunque connessi, dice Sardo, a una serie di principi di solidarietà sociale, come il lavoro, la casa, l’accoglienza. L’appello è “timido” dunque, e la CEI probabilmente sente di rischiare anche in proprio e ritiene forse di non affondare l’acceleratore sino all’estremo. Lo fa capire anche Fabio Martini sulla Stampa, che parla di una Roma disincantata, per la quale un sondaggio Ipsos parla di un 37% di cattolici “praticanti assidui” che voterebbero Bonino contro il 30% della Polverini.

Giorni fa, il “bertoniano” Vallini in una nota ufficiale, pur escludendo di “concedere deleghe” a chi persegue progetti politici discordi da quelli della Chiesa, deplorava “ogni forma di propaganda elettorale, spacciata come sostenitrice della visione cattolica, ma che tale non è”. Va bene votare la Polverini, dunque, ma niente crociate. Una cosa tiepida, insomma. Quasi doverosa.

Che quello di Bagnasco non sia un appello elettorale come quelli che si facevano una volta, lo dice anche Bersani, ed è un’altra testimonianza di come quello della Chiesa sembri un atteggiamento scontato, quasi di routine, e comunque meno efficace di quanto sia nelle intenzioni. Destinato almeno in parte a “scivolare” sull’opinione pubblica romana, molto più laica di quanto non si creda. Al referendum sulla procreazione del 2005, ricorda Fabio Martini sulla Stampa, “mentre a livello nazionale la partecipazione si fermò al 25,9%, a Roma andò a votare il 37,4% e i si all’abrogazione della legislazione restrittiva erano stati 741.000, cifra assai rispettabile in termini assoluti”. Anche questo potrebbe essere un segnale importante. Incrociamo le dita.

Aggiornamento. La precisazione di oggi dei Vescovi, per la quale l'aborto non deve essere considerato un tema più rilevante rispetto agli altri temi sociali in genere (es. immigrazione), mi pare confermi il contenuto di questo post.


1 dicembre 2009

Endorsement

 

È quasi certo, la candidata del centrodestra a Presidente della Regione Lazio sarà la Polverini. Una candidatura forte, con grandi probabilità di vittoria. Dinanzi a questo dato, il centrosinistra ha due scelte possibili. O scegliere un profilo che più si avvicini al segretario UGL, per contrastarla sul suo stesso piano; oppure puntare sull’alternativa, sparigliando il campo. Escluderemmo la candidatura Zingaretti, che sarebbe un’ottima scelta pur tuttavia viziata dallo stesso handicap di Rutelli e Veltroni, ossia l’abbandono anzitempo del proprio ruolo istituzionale. Gli elettori non lo perdonerebbero.

Dinanzi a un candidato forte, a nostra parere, piuttosto che un altro candidato “mimetico”, che corra “al centro” e si ponga sotto il cono d’ombra dell’avversario, sarebbe più azzeccato avanzare una candidatura davvero nuova, davvero alternativa, che divenga una “lepre” e possa cambiare le coordinate del confronto, rinnovare il terreno di competizione, costringendo l’avversaria a rifare i conti e, magari, a inseguire.

Sarebbe il caso anche di lasciare da parte (per una volta) i sondaggi, risperimentando quel “fiuto”, quell’intuito politico che non dovrebbero mai mancare ai “cavalli di razza” della politica. Si tratterebbe di tornare a “costruire” le percentuali invece che “subirle” dai sondaggisti. Una scommessa insomma, ma ponderata e oculata.

Lo stesso accordo con l’UDC, auspicabile, non dovrebbe apparire come un accordo di potere, ma come un vero e proprio asse strategico, una specie di compromesso storico del duemila, una vera alleanza di governo. In mancanza di questo carattere strategico, meglio andare da soli laddove le realtà politiche non consentano di meglio.

Visto che si faranno le primarie, l_antonio in quella circostanza, se dovesse presentarsi EMMA BONINO, la voterebbe di corsa. Il profilo è quello descritto: una donna di grande spessore etico e culturale, popolare, con esperienza persino internazionale, capace di discontinuità (disciamo...) con la fase precedente, in grado di discutere dei grandi temi così come delle tematiche amministrative locali. E poi la Polverini dovrebbe confrontarsi con una candidata che certo la metterebbe in difficoltà e che sposterebbe i termini della competizione, al contrario di quanto accadrebbe se dovesse presentarsi un candidato più “scontato”, prevedibile, meno alternativo.

Corri Emma, corri.

sfoglia     febbraio        aprile
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Politica
Musica
L'Antonio (Gramsci)
Visioni
Orvieto e dintorni
Cultura
Vado ai Massimi
Interventi

VAI A VEDERE

massimo d'alema
Alfredo Reichlin
Phil
PER RIPARTIRE
gianni cuperlo
Italianieuropei
Centro Riforma dello Stato
fondazione gramsci
NotePD
Adry
celapossofare
Bolledaorbi
Makìa
Eta-beta
Ritaz
Patry
maria grazia
LauraOK
Quartieri
Corradoinblog
Marco Campione
Francesco
Viaggio
Lessico democratico
Riderepernonpiangere
Paolo Borrello
Camereconvista
Francesco Montesi (da Parrano)
Simone Tosi
RED TV
RED COMMUNITY
PER L'ITALIA
la voce info
l'Unità
il manifesto
il riformista
filosofia.it
write up
Orvietan
francesco totti


           I due L_Antoni

 




 


Il libro de L_Antonio Qui, per vedere meglio la copertina, per leggerlo e
acquistarlo

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001. Le immagini inserite in questo blog sono prelevate in massima parte dalla rete web; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore o copyright terzi, vogliate comunicarlo a l_antonio_g@libero.it, saranno rimosse prontamente. 


 

CERCA